Quindi le tante raccomandate fatte per l’acquisto dagli assegnatari non valgono niente?

Valgono solo le domande fatte – nelle forme previste e con l’apposito modulo – a seguito di una specifica offerta di vendita fatta dal soggetto proprietario agli assegnatari in regola con tutte le condizioni e requisiti di legge. Le domande libere (raccomandate o meno) sono state considerate solo come un indicatore di propensione all’acquisto e quindi possono esser servite per determinare i contenuti delle tranches di vendita.