L.R.T. N. 5/2014 – Vendite

L.R.T. N. 5/2014 – Vendite
Piano vendite LODE Fiorentino

In linea generale gli alloggi di edilizia pubblica sono inalienabili, dovendo servire allo scopo di fornire un’abitazione ad un costo sopportabile a chi non è in grado di procurarsela da solo sul mercato.

L’alienazione è possibile soltanto quando una legge che stabilisca, quali, quanti alloggi possono essere venduti ed a quale prezzo.

In Toscana lalegge regionale n. 5 del 22 gennaio 2014, ha previsto che un numero limitato di alloggi – prevalentemente appartenenti a fabbricati in proprietà mista possano essere alienati in un arco temporale di 5 anni; gli alloggi identificati come “vendibili” sono stati inseriti in piani di alienazione specifici per ciascun ambito LODE ed approvati dal Consiglio Regionale in data 3 marzo 2015.

Il piano di vendita del LODE fiorentino predisposto secondo i criteri stabiliti dalla legge – prevalenza assoluta di alloggi posti in condomini misti ordinati a loro volte secondo il grado di vetustà – consta di 1.414 alloggi situati per lo più nel territorio del Comune di Firenze, ma anche in quello di altri 18 Comuni; i restanti 12 Comuni  associati hanno deciso di non inserire alcun alloggio del proprio patrimonio erp.

A garanzia del mantenimento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica la legge ha altresì stabilito che ogni anno il numero degli alloggi venduti non superi quello degli alloggi costruiti su tutto il territorio regionale.

Anno Provvedimento Numero alloggi vendibili
2015 Delibera C.R.T. N.435 del 2015 26
2016 Delibera n.642 del 05-07-2016 117
2017 Delibera n.493 del 15-05-2017 49
2018 Delibera n.616 del 11-06-2018 67
2019 Delibera n.531 del 23-04-2019 35

I prezzi di vendita si basano sui valori indicati dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI), decurtati del 25% cui possono venire applicati ulteriori correttivi per vetustà e stato manutentivo dell’alloggio.

I piani di alienazione sono stati pubblicati nelBURT n. 11 del 18.3.2015 incluso ilpiano di vendita del LODE fiorentino.

La procedura istruttoria di vendita è gestita da CASA S.p.A., la stipula è di competenza del Comune proprietario.